Banale.

Infantile.

Ingenuo.

Imbarazzante.

 

Epico.

Emozionante.

Puro cinema.

 

Eppure.

Un pifferaio magico così, io lo seguirei

Forse perché noi ne siamo orfani.

 

Immagine

 

(la traduzione è mia).

 

Il vicepresidente Joe Biden a Shanksville, in Pennsylvania. Cerimonia in ricordo dei passeggeri e dell’equipaggio del volo United Airlines 93.

 

10:30 A.M. EDT

IL VICE PRESIDENTE: Grazie, signor Segretario. Sovrintendente — Jeff, hai fatto un ottimo lavoro. E quello che noto quando te ne parlo, è che hai investito in questo posto. È quasi come se ti avesse rubato un pezzo di cuore. Ecco perché sono convinto che tutto ciò che progetti si realizzerà.

Patrick, tu tieni viva la fiamma, e mantenere insieme le famiglie è — in base alla mia esperienza, immagino che tutti voi troviate conforto l’uno nell’altro. Non c’è niente come riuscire a parlare con qualcuno che sai che capisce.

Ed è un onore — un vero onore essere di nuovo qui oggi. Ma ogni famiglia, avremmo voluto non esserci. Vorremmo non aver dovuto esserci. Vorremmo non dover onorare niente di tutto questo. Ed è un momento dolceamaro per tutta la nazione, per tutto il paese, ma in particolar modo per i familiari riuniti qui oggi.

Lo scorso anno, la nazione e tutti i vostri familiari riuniti qui oggi hanno ricordato il 10° anniversario degli atti eroici che hanno determinato cosa ha reso l’America un luogo davvero eccezionale — i singoli atti di eroismo di gente comune in momenti che non potevano essere immaginati, eppure sono stati intrapresi.

 

So anche per esperienza personale che oggi è un giorno importantissimo per tutti voi, un giorno importantissimo nella vostra vita, per ognuna delle vostre famiglie, come lo è stato ogni 11 Settembre, a prescindere dalla ricorrenza. Per quanti anniversari viviate, almeno per un attimo, ritorna il terrore di quel momento; l’eco incessante di quella telefonata; quel senso di incredulità totale che ti avvolge, in cui ti senti come risucchiato in un buco nero al centro del petto.

 

La mia speranza per tutti voi è che anno dopo anno, la profondità del vostro dolore diminuisca e che troviate sollievo, come ho fatto io, sincero conforto nel ricordare il suo sorriso, la sua risata, il loro tocco.[1] E spero che siate certi, come lo sono io, che lei possa vedere che uomo meraviglioso è diventato suo figlio, che lui sappia i traguardi raggiunti da vostra figlia, e che lui possa sentire, e lei possa sentire come sua madre ancora parla di lei, del giorno in cui ha segnato il touchdown vincente, di quanto fosse bella e radiosa il giorno della laurea, e sapere che lui sa che splendida bambina è diventata la figlia che non ha mai conosciuto, e quanto gli assomigli. Perché io so che vedete vostra moglie, ogni volta che vedete il suo sorriso sul viso di vostro figlio. Ricordate vostra figlia, ogni volta che sentite una risata dalla voce di suo fratello. E ricordate vostro marito, ogni volta che vostro figlio vi sfiora la mano.

Spero anche — spero anche che continui a darvi un po’ di sollievo sapere che questa nazione, tutte queste persone riunite qui oggi, che non appartengono alla famiglia, tutti i vostri vicini, non hanno dimenticato. Non hanno dimenticato l’eroismo dei vostri mariti, mogli, figli, figlie, madri, padri. E che quello che hanno fatto per questo paese è ancora impresso non solo nella vostra mente, ma in quella di milioni di Americani, per sempre. Ecco perché è così importante che questo monumento sia preservato e continui per i nostri figli e i nostri nipoti, e pronipoti, e pro-pronipoti — perché è ciò che lo rende così eccezionale. E credo che tutti ammirino, come me, più di quanto riescano a dire, l’incredibile coraggio che i vostri familiari hanno mostrato in quel giorno.

 

Ho detto che l’anno scorso mia madre aveva un modo di dire, diceva: “Joey, il coraggio risiede in tutti i cuori, e un giorno sarà richiesto. È straordinario, straordinario,— come non sia stato solo richiesto, ma messo in pratica.

Oggi ci troviamo su questo sacro suolo, un luogo reso sacro dall’eroismo e dal sacrificio dei passeggeri e dell’equipaggio del Volo 93. Ed è come se i fiori, quando sono arrivato qua, come se i fiori testimoniassero quanto sia sacro questo suolo.

La mia ipotesi — e ovviamente è solo un’idea; è che non esistano due lutti uguali. Credo che voi stiate vivendo questo momento di cui Yeats ha soltanto scritto, quando scrisse: “dirò preghiere, e cantare devo, ma ancora piango.”

La mia personale preghiera per voi tutti è che ogni anno che verrà, voi possiate cantare, più che piangere. E che Dio vi benedica, davvero, e benedica le anime di quelle 40 straordinarie persone che qui riposano.

Amen.

 

http://video.msnbc.msn.com/nbc-news/48987120#48987120


[1] Nel 1972 i suoi familiari ebbero un terribile incidente stradale: la moglie Neilia e la figlia Amy morirono mentre Beau e Robert rimasero seriamente infortunati.

 

Annunci