Sai quei momenti perfetti.

Che dopo scarse 5 ore di sonno ti alzi e allo specchio sei Kung Fu Panda.
Per dimensioni, appetito, ma soprattutto per occhiaie.

Che ci sono 30 gradi, l’aria immobile come i gatti in cortile, e hai davanti l’ennesima giornata di lavoro dimmerda da attraversare a 90°, ruminando a mezza bocca il consueto rosario di maledizioni.  

Che sedendo e mirando, avvisti file interminabili di formiche in tour nel cesso di casa tua, e neanche oggi l’insetticida ha funzionato, quasi quasi le allevo.

E tra i programmi del mattino, il 1987 in replica. 

E tu ridi come allora, anche se.

Profeti à la Pasolini, avevano previsto tutto: la barzelletta che siamo diventati, la deriva delle menti.
Il vuoto, in confezione regalo.

E ti accorgi, scopri,
sai
che non siamo mai diventati
più intelligenti di allora.

Mai più, da allora.

Lei

Annunci